Les cycles de l’identitè.

di Pamela Levin
Il contributo di Pamela Levin, figura storica dell’Analisi Transazionale, che ha dedicato molta attenzione ai processi evolutivi e ai cicli di sviluppo (Cycles of power), apre una serie di riflessioni che intrecciano corpo e copione; stress, copione e malattia.
In Il legame tra istruzioni di copione e malattia: un processo sequenziale l’autrice ipotizza una connessione tra sintomi fisici, copione e traumi non risolti: vere e proprie “scene” di copione congelate nel corpo, di cui i sintomi sono tracce.
Più in generale, l’autrice sottolinea la necessità di considerare la persona intera e la sua storia, anche quando ci troviamo davanti a ben precisi sintomi fisici, per elaborare interventi sui due piani.

Tali tematiche di analisi transazionale e dell’ventuale collegamento con le somatizzazioni corporee viene ampiamente approfondito nel secondo anno della scuola di formazione in Medicina dell’Essere

Nel suo libro sostiene che la crescita umana è un ciclo di sviluppo composto di stadi che cominciano nell’infanzia e poi si ripetono continuamente nel corso della vita programmando il modo in cui interpretiamo gli eventi fino a tutta l’età adulta. Ogni stadio è caratterizzato da specifici temi o compiti di sviluppo. La risperimentazione di uno stadio permette la rielaborazione di contenuti specifici relativi a fasi precedenti e la soddisfazione di specifici bisogni ad un livello sempre più evoluto ed articolato.